Maometto e le sue rivelazioni

Corano Maometto

TEOPATIA DI MAOMETTO         (Francesco Maggio)

La tradizione musulmana ci tramanda che durante le ‘rivelazioni’ il volto di Maometto si copriva di sudori, e restava incosciente per molto tempo, come in stato di ubriachezza , tutto scosso da fremiti. Viene detto da alcuni orientalisti, studiosi dai resoconti degli hadith, non storicamente accertato, un quadro di un Maometto  epilettico. I dottori islamici si oppongono a queste teorie naturalmente. Dai musulmani ci viene detto che Maometto era il Messaggero di Allah, e che riceveva le rivelazioni da un angelo.

Le tradizioni islamiche (hadith) giunteci fino ad oggi, in particolare quelle del massimo esponente Bukhari, ci forniscono un quadro di quel che Maometto viveva quando gli giungeva la rivelazione dal misterioso agente spirituale.

Quanto segue è ciò che riusciamo a leggere dagli hadith, dalle quali non risulta che i diversi stati di teopatia sopraggiungessero tutti insieme ad ogni occasione.

Noi possiamo soltanto ipotizzare che, quando scendeva l’ispirazione, le reazioni si manifestavano a intervalli irregolari e in occasioni diverse.

• “Maometto sentiva come il tintinnare di campanelle” Hadith Bukhari 1.2 ; 4.438 (Riferiti da Aisha).

• “Subiva un’accelerazione del battito cardiaco” Hadith Bukhari 1.3 (Riferito da Aisha).

• “La sua faccia arrossiva molto” Hadith Bukhari 5.618; (Riferito da Safwan bin Yala bin Umaiya attraverso suo padre).

• “Il suo respiro si faceva pesante” Hadith Bukhari 6.508 (Riferito da Safwan bin Yala bin Umaiya attraverso suo padre.

• “A volte cadeva improvvisamente in stato di incoscienza con oc- chi aperti fissi rivolti verso l’alto” 5.170 (Riferito da Jabir ibn Abdullah).

• “A volte cadeva a terra” Sahih Bukhari 4.461 (Riferito da Jabir ibn Abdullah.

• “Cadeva a terra terrorizzato dall’angelo” Sahih Bukhari 6.448 (Riferito da Jabir ibn Abdullah.

• “Grandemente agitato, mentre parlava le sue labbra erano prese da tremitìo” Hadith Bukhari 1.4 (Riferito da Said Ibn Jubair).

• “Sudava abbondantemente” 1.2 (Riferito da Aisha) 2.544 (Riferi- to da Abu Said Al Kudhri); 3.829 (Riferito da Aisha alla fine del testo).

• “Addirittura bramiva come un cammello” Hadith Bukhari 3.17 (Riportato da Safwan bin Umaiya attraverso suo padre).

• “A volte l’ispirazione giungeva attraverso sogni” Hadith Bukhari 1.3 ( Riferito da Aisha); 5.659 (Riferito da Ibn Abbas).

DAVVERO L’ANGELO GABRIELE?

I nostri amici sostengono che a parlare a Maometto fosse l’Angelo Gabriele, ma ci risulta  difficile credere a quest’affermazione. Se si fosse trattato dell’angelo Gabriele, l’avremmo visto citato chiaramente nel loro Libro. Al contrario, in tutto il Corano il nome di ‘Gabriele’ si cita solo due volte; mentre per altri otto ‘passaggi coranici’, secondo gli esegeti islamici, farebbero solo un’allusione all’angelo in questione.

Ecco le Sure:

  • Dove appare il nome ‘Gabriele’   2 volte
  • Non si capisce di chi si stia parlando
  • Dice uno ‘Spirito’
  • Definito come ‘un Monito rivolto al creato’
  • Uno ‘Spirito Puro’
  • Non è uno spirito cattivo
  • L’Inviato a Maometto ‘non è un folle’
  • E’ un ‘Messaggero nobilissimo
  • Viene definito ‘un fortissimo’

VEDI Sure 2:97; 66:4 Sura 42:51 Sura 26:19 Sura 81:27 Sura 16:102 Sura 81:25 Sura 81:22 Sura 81:19 Sura 53:5

MAOMETTO SI PROCLAMAVA PROFETA

Sahih Al-Bukhari Hadith 5.605 – Riportato da Abu Ishaq:  Abu Sufyan bin Al-Harith stava guidando il mulo bianco del profeta, tenendolo per la testa, quando ad un tratto il profeta esclamò: “Senza dubbio sono il profeta: sono il figlio di ‘Abdul-Muttalib’.”

Sahih Al-Bukhari Hadith 4.279+4.181 – Riportato da Abu Ishaq:  Sufyan bin Al-Harith stava tenendo per la testa il mulo bianco del profeta e, quando i pagani lo attaccarono, smontò dal mulo e iniziò a dichiarare: “Io sono il profeta, non c’è menzogna in questo. Sono il figlio di ‘Abdul Muttalib’”. In quel giorno non si era visto nessuno più bravo del profeta.

Sahih Al-Bukhari – Hadith 4.732 – Riportato da Jubair bin Mutim:   L’apostolo di Allah disse: “Io ho cinque nomi: Sono Maometto e il Lodato (Muhammad e Ahmad); Io sono Al-Mahi, attraverso di me Allah eliminerà l’infedeltà; Io sono Al-Hashir, il primo a risorgere, tutta la gente sarà risorta dopo di me; e sono anche Al-’Aqib (ps: non ci sarà altro profeta dopo di me)”.

Sahih Bukhari Hadith 9.126 Abu said Al-Khudri:  Colui che mi vede in sogno mi vede veramente perché satana non assume mai le mie sembianze.

Dopo questi passaggi tramandatici dalla tradizione islamica, lascio al lettore di trarre le proprie conclusioni.

ANCHE I DEMONI LODANO IL CORANO

Quelli che seguono sono due brani, rivelati a Maometto, in cui i demoni si complimentano del contenuto del Corano, quale vera rivelazione di Allah. In questi sermoni, i demoni rifiutano Gesù come Figlio di Dio e addirittura non manca la loro conversione all’islam. Non è impossibile, quindi, che i demoni rifiutano Gesù Figlio di Dio e finiscono per lodare il Corano.

Ecco cosa dice il Corano a proposito:

Di’: «Mi è stato rivelato che un gruppo di dèmoni ascoltarono e dissero: ”Invero abbiamo ascoltato una Lettura meravigliosa, che conduce sulla retta via; abbiamo creduto in essa e non assoceremo nessuno al nostro Signore. In verità Egli – esaltata sia la Sua Maestà – non si è preso né compagna né figlio. Uno stolto dei nostri diceva menzogne contro Allah. Pensavamo che né gli uomini né i dèmoni potessero proferire menzogne contro Allah. Invero c’erano degli uomini che si rifugiavano presso i dèmoni , e questo non fece che aumentare la loro follia: anch’essi pensavano, come lo pensavate voi, che Allah non avrebbe resuscitato nessuno. Invero abbiamo sfiorato il cielo, ma lo abbiamo trovato munito di temibili guardiani e di bolidi fiammeggianti. Ci sedevamo [un tempo] in sedi appropriate, per ascoltare. Ma ora chi vuole origliare trova un bolide fiammeggiante in agguato. Noi non sappiamo se sia stata decretata una sventura per coloro che stanno sulla terra, o se il loro Signore li voglia guidare [al bene]. Tra noi ci sono dei giusti e altri che non lo sono: siamo in diverse sette. Pensavamo che mai avremmo potuto annullare [la poten- za di] Allah sulla terra e che non avremmo mai potuto sfuggire [a Lui]. Quando udimmo la Guida, credemmo; e chi crede nel suo Signore non teme danno né offesa. [Ora] tra noi ci sono i musulmani e i ribelli. I musulmani sono quelli che hanno scelto la Retta via” (Sura 72:1-14).

CORANO: I DEMONI SI CONVERTONO ALL’ISLAM

“E [ricorda] quando ti conducemmo una schiera di démoni affinché ascoltassero il Corano; si presentarono dicendosi: «[Ascoltate in] si- lenzio». Quando poi [la lettura] fu conclusa, fecero ritorno al loro popolo per avvertirlo . Dissero: «O popolo nostro, in verità abbiamo sentito [la recitazione] di un Libro rivelato dopo [quello di] Mosè, a conferma di quello che lo precede: guida alla verità e alla retta via. O popolo nostro, rispondete all’Araldo di Allah e credete in Lui, affinché Egli vi perdoni una [parte dei] vostri peccati e vi preservi dal doloroso castigo. (Sura 46:29-31)

Fin qui…continua ne sito…

Condividi:

One Comment

  1. Rosanna Giorno 11/09/2016 21:35

    Come si può continuare a pensare che adoriamo e crediamo nello stesso Dio dopo aver letto questo articolo.
    Nessun servitore può servire due padroni, perché o odierà l’uno e amerà l’altro, oppure si affezionerà all’uno e disprezzerà l’altro. Non potete servire Dio e mammona(Lc 16,13) 

Commenta