Cosa credono su Gesù?

Islam Teologia

COSA «CREDONO» REALMENTE SU GESÙ? 

Cosa risponderesti loro se ti dicessero che «credono»  in Gesù? Attento quando l’aspetto fonetico della parola sembra chiarito, ma quella del significato NO!!  Il Corano è ambiguo quando, a prima vista, sembrerebbe parlare bene di Cristo e presenti alcuni aspetti miracolosi della Sua vita, la sua nascita verginale, però nello stesso tempo,  nega categoricamente le due dottrine centrali del Nuovo Testamento: la Sua divinità e la Sua crocifissione, oltre a fraintendere radicalmente i relativi significati. 

Voi potreste sentire da loro frasi assertive come “Gesù è un grande profeta…” oppure “è nato da una vergine” e  altre cose simili, quindi credete che non è lontano dalla verità! E’ piuttosto vero il contrario!

Sono doverose a questo punto due precisazioni:  voi parlate di Gesù della storia realmente esistito, in ebraico YESHUA. Dite loro anche che il nome di Gesù nella Bibbia in lingua araba, e come lo pronunciano i cristiani arabi é «YESSUA»  (ps: molto vicino alla pronuncia in ebraico Yeshua). Cosa c’entra « ISA », se non è un nome del tutto inventato. 

ISA del Corano, è un profeta inviato da Allah, avente l’unica missione, quella di introdurre il profeta per eccellenza, “Maometto, il suggello di tutti profeti”; Isa NON é il figlio di Dio, né tantomeno é DIO fattosi uomo.

Nella sura 2:112 del Corano si afferma:  “E (Cristiani) dissero: “Allah s’è preso un figlio”. Lui è sacro, immune da ogni difetto e colpa! Anzi, a Lui appartiene ciò che v’è nei cieli e sulla terra, tutti lo servono umilmente. {Egli è il} creatore dei cieli e della terra e quando decreta una cosa non fa che dirgli: ” Sia” ed essa è.

Udrete i musulmani affermare che essi onorano ISA del Corano più di quanto non lo facciano i cristiani. Attraverso questa introduzione imparerete che l’islam ha una dottrina ben definita riguardo Cristo; questa loro veduta si basa sul Corano, che parla di ISA più di quanto non si faccia con Maometto.

Ecco, i nomi ed i titoli che vengono dati a ISA (Gesù) nel Corano:
«Isa» o «Isa, figlio di Maria», «Al-Masih (il Messia)», «Parola di Dio», «Parola di Verità, uno Spirito da Lui emanato, il Messaggero di Dio, il Profeta di Dio e il Servo di Dio».
È perfino descritto come «eminente in questo mondo e nell’Altro, uno dei più vicini [a Dio]» (Sura 3:45).

Nel Corano si narra l’episodio di un’angelo che annuncerebbe a Maria che darà alla luce un figlio; oltre alla storia della sua nascita verginale, gli si attribuiscono vari miracoli (di provenienza dai vangeli  apocrifi).

Ma che significato hanno queste attribuzioni “carine” in relazione alla persona ed all’opera di Gesù Cristo? Ad un musulmano non comunicano ciò che comunicherebbero ad un cristiano, come lo  vede Cristo rivelato alla luce dell’insegnamento del Nuovo Testamento. Il Corano è ingannevole anche se sembri che parla bene di Cristo e presenti aspetti miracolosi della Sua vita. Soprattutto il Corano nega categoricamente le due realtà centrali del Nuovo Testamento: la Sua divinità ed il suo sacrificio morendo sulla croce. 

Confrontando ciò che un musulmano percepisce da quanto afferma il Corano riguardo a ISA, con quello che ne percepisce un cristiano di YESHUA, dal Nuovo Testamento, emerge un risultato soltanto discordante e ambiguo.

 ISA ISLAMICO 

Un musulmano concepisce Gesù in quanto «ISA musulmano», cioè un profeta ed un inviato di Allah, di “grandezza ineguagliabile” (secondo quanto affermano i musulmani), ma resta pur sempre un uomo e niente di più. Autore di miracoli straordinari, NON morì sulla croce perché fu sottratto da Allah da una fine ignobile, successivamente assunto in cielo (secondo l’escatologia islamica) ritornerebbe sulla terra, si sposerebbe e morirebbe da musulmano e verrebbe seppellito accanto alla tomba di Maometto! Lui non è il salvatore del mondo e non è certamente Allah fattosi uomo, tanto meno, non é il “Figlio di Allah”.

Che dire allora dell’affermazione secondo cui “i musulmani onorano ISA (Gesù) più di quanto non lo facciano i cristiani”? Ci viene da sorridere un tantino inorriditi dopo questa breve ricostruzione.

DRITTI AL CUORE DEL VANGELO

Naturalmente non vogliamo immischiarci in discussioni sterili, ma non dobbiamo nemmeno ritrarci. Dobbiamo, prima di tutto affermare che  musulmani e cristiani non parlano dello stesso Gesù (in senso biblico), innanzitutto perché non c’è nessun contatto religioso fra ISA musulmano e YESHUA Salvatore, la Bibbia non conosce ISA che solo un impostore. Il Corano, parimenti, ha sempre fuorviato miliardi di musulmani, perché non conosce nemmeno il Suo vero nome. Chiedete la prossima volta: “Cosa significa Isa?”…nessuno di loro sa rispondere a questa semplice domanda. Chiedete loro se conoscono il significato di YESHUA…e voi sarete felici di spiegarlo loro (Yahweh salva). 

I musulmani devono giungere ad una conclusione: o scelgono l’ Isa islamico, ma rimarranno perduti per l’eternità o abbracciare la fede in YESHUA come loro unico Signore e Salvatore.  

© Francesco Maggio

Condividi:

Commenta