Attitudine giusta o sbagliata..quale?

10 Maggio 2018

BANDIRE IL RISENTIMENTO anti-islamico

Chi non ha mai visto i lavavetri? Chi non incontra le mamme musulmane davanti alla scuola? Chi non ha dei colleghi musulmani?

Io credo che essi non siano solo qui per lavarci i vetri, guadagnarsi da vivere e crescere i loro figli. Teniamo presente che i circa 1.200.000 musulmani in Italia provengono da Paesi dove spesso è proibito predicare il Vangelo.    Anche fra i musulmani c’è diversità. Distinguiamo brevemente almeno due categorie, per ora:

I MUSULMANI NOMINALI

In Italia vi sono dei musulmani con o senza permesso di soggiorno, altri sono turisti o studenti, altri sono qui per cure mediche o per affari. Posso testimoniare che molti di loro sono interessati a conoscere Gesù e cercano l’opportunità di ascoltare noi, “la gente del Libro”, come veniamo rispettosamente chiamati dal Corano.
I musulmani nominali, spesso, sono delusi dall’islam e sconvolti dai suoi recenti sviluppi sanguinosi. Purtroppo, però, essi sono disorientati anche da questo Paese occidentale che si professa cristiano: l’Italia. Erano venuti per trovare lavoro e fare soldi, molti di loro non hanno né amici né affetti; altri si drogano e si ubriacano per la delusione e la solitudine.

Ci pensate..? Li lasciamo risiedere da noi senza far loro udire la Buona Speranza, forse l’unica possibilità nella vita per essere salvati? Se seminiamo qui, il Signore saprà far crescere la loro fede là dove risiedono.  Cogliamo l’opportunità di irradiare la Luce del Vangelo a queste anime preziose che Dio mette sul nostro territorio.

Ora è il tempo che sono aperti a rivalutare la loro religione, e….! Molti sono i musulmani che accettano il Vangelo ed apprezzano le nostre risposte alle loro domande su Gesù e sulla Bibbia.

E I FONDAMENTALISTI??

I fondamentalisti musulmani, almeno al primo contatto, non sono aperti al Vangelo, anzi, sono qui con uno scopo ben preciso: convertire l’Europa all’islam. Il loro zelo incute paura all’Occidente. Noi cristiani dovremmo incanalare qualcosa del loro zelo nelle nostre vite di cristiani. Ho  avuto la possibilità di conoscerli di persona e ho conosciuto alcuni veramente gentili. Ad un primo impatto sembrano chiusi, ma spesso sono molto più ricettivi di altri musulmani nominali. Dovremmo guardare al fondamentalista musulmano  come al “Saulo prima maniera” e cogliamo l’eccellente occasione, che Dio ci dà, di evangelizzarlo. Quando queste persone si convertono, diventano strumenti potentissimi nelle mani di Gesù, come Paolo nel Nuovo Testamento. Una testimonianza a riguardo è la storia di un imam (leader musulmano), che si convertì a Gesù e sostituì la luna sulla moschea con la croce, o di un’altro che da persecutore dei cristiani divenne fondatore di chiese nel suo paese.

©Maggio

Avvicinare i musulmani -2-

  NO AL DIALOGO RINUNCIATARIO, SÌ AL CONFRONTO SENZA OSTILITÀ La questione sta diventando sempre più importante. La presenza di religiosità sempre più diverse pone il problema in termini sempre più urgenti. Nel medesimo tempo in cui si fa strada la necessità del...

Ramadan…questa farsa

Amico musulmano Osservi il digiuno? Vedi qualche bisogno di praticare il digiuno? Se i comandamenti di Allah sono importanti per te, allora sicuramente è anche importante per te praticare il digiuno. Dal punto di vista biblico, spesso uomini e donne che si astengono...

UN CORANO SOLTANTO O DUE?

Inalterabilità discutibile I musulmani sono soliti affermare che “non c’è libro al mondo che può superare per eccellenza il Corano”; la cosa più strabiliane consiste nel fatto che questo libro rivelato – essi affermano - da un angelo, sarebbe rimasto inalterato nel...

30 giorni intercessione

30 giorni intercessione

30 giorni di preghiera Introduzione Per il terzo anno consecutivo, in questo periodo così particolare per la nostra nazione e il mondo intero, vogliamo dare il nostro contributo al corpo di Cristo, offrendo questa semplice guida di preghiera per il mondo islamico. La...

Islam: rispondere se Gesù non é figlio di Dio

Islam: rispondere se Gesù non é figlio di Dio

Obiezione islamica: Gesù non é il figlio di Dio! Troppo spesso i  credenti esitano dal parlare della loro fede con i musulmani perché, se da un lato non hanno una minima preparazione al riguardo, giustamente temono l'irruenza delle loro risposte. Islamecom è proprio...

Falsificazioni e tagli                                                       (Dr. George Housney)

Falsificazioni e tagli (Dr. George Housney)

(Georges Houssney) Falsificazioni e i problemi ermeneutici Paolo si farebbe musulmano coi musulmani?    (Georges Houssney) Prof. George Houssney Nato e cresciuto in Libano, Georges è noto per la...

Teologia politica e il Common Word

Teologia politica e il Common Word

Video tematico - Relatore: John Piper INSULTO AL VANGELO DEL SIGNORE   Francesco Maggio: Partendo dall’antefatto storico del 2007, premi qui:  Un fronte unito ! Occorre essere vigilanti e fermi in un...

Testimonianza: la retta Via… Cristo

Testimonianza: la retta Via… Cristo

LA RETTA VIA Sono iracheno, nato da genitori musulmani, discendente del quarto califfo (cioè, “regnante”) fedele di Maometto. Fin dalla tenera età vissi come un musulmano fedele e seguivo assiduamente...

Share This